Il monte del Carmelo - Confraternita del Carmine

Confraternita del Carmine - Ostuni
Vai ai contenuti
IL MONTE DEL CARMELO
La realizzazione degli affreschi sulla volta della Chiesa del Carmine fu eseguita per volontà della Confraternita e del rettore Don Luigi Mindelli dal Maestro Umberto Colonna nel biennio 1950-1951.
Il grande affresco absidale raffigura il trionfo della Vergine del Carmine circondata da Santi Carmelitani.
Fulcro della rappresentazione è ovviamente la Vergine benedicente con in braccio il Bambino. La Madonna è rappresentata seduta sulla Nuvola come nell’iconografia carmelitana più consueta e come anche nella statua in pietra posta sullo stesso altare. Nel suo tripudio la Vergine gloriosa è circondata da una moltitudine di angioletti recanti gli abitini. In basso alcuni angeli sorreggono un drappo con il titolo della Vergine, “Regina Decoro del Carmelo”, che domina su una veduta aerea del Monte stesso e della costa palestinese.
Ai due lati della Madonna, in adorazione, sono raffigurati i principali Santi Carmelitani. Non essendoci stata tramandata una lista dei soggetti ritratti si è cercato di procedere all’identificazione sulla base di attributi iconografici riconoscibili. Non sempre gli elementi per tale identificazione sono risultati univoci e quindi questa prima rassegna vuole essere non tanto un punto di arrivo quanto piuttosto uno spunto per maggiori approfondimenti da parte degli esperti e di tutti gli appassionati di iconografia.
Partendo dalla destra della Madonna si riconosce il profeta Eliseo (con un’anfora, a ricordo del miracolo della moltiplicazione dell’olio di una vedova in difficoltà economiche, cfr. 2Re 4,1-7) mentre in ginocchio vi è Santa Teresa di Gesù Bambino, recante in petto un crocifisso e una moltitudine di gigli. Dietro di loro, la Beata Anna di San Bartolomeo, con croce, rosario e un bagliore a forma di cuore sul petto. Di un’altra santa alle sue spalle invece si intravede solo il volto. Procedendo verso sinistra, si riconosce il Beato Luigi Rabatà, col volto colpito da una freccia, e il Beato Battista Spagnoli con la consueta corona di alloro e la penna. In ginocchio troviamo Santa Maria Maddalena dei Pazzi, coronata di spine e stringente al petto un crocifisso. Quindi seguono altri tre santi carmelitani non ben identificati: potrebbero essere il Beato Franco da Siena (dalla lunga barba) e i beati martiri Dionigi della Natività (in ginocchio) e Redento della Croce. Ancora più dietro si riconoscono in ginocchio il Beato Bartolomeo Fanti, il vescovo San Pier Tommaso, il beato Giovanni Soreth, recante una pisside con la S. Eucarestia e Sant’Alberto di Trapani (da sempre raffigurato per la sua purezza con un’iconografia simile a quella di Sant’Antonio da Padova).
Alla sinistra della Vergine riconosciamo in ginocchio S. Giovanni Battista, “l’Elia che doveva venire” (Mt. 11,14), mentre alle sue spalle in piedi reggendo una spada infuocata vi è lo stesso profeta Elia. In primo piano in ginocchio vi è S. Simone Stock, mentre alle sue spalle notiamo San Giovanni della Croce che medita sul crocifisso. Vicino a lui troviamo S. Teresa d’Avila in ginocchio sorreggente un libro e un’altra santa carmelitana, nascosta e senza simboli particolari che possano permetterne l’identificazione. Chiudono il gruppo il vescovo Sant’Andrea Corsini e il martire Sant’Angelo di Sicilia, con la palma e il capo colpito da una scimitarra.
Si tratta solo di alcune delle tante figure che hanno contraddistinto ed esaltato l’Ordine Carmelitano, ognuna con il proprio carisma ed un proprio percorso di santità che meriterebbe un dettaglio più approfondito. Eppure, in questo contesto, sono ritratte da Colonna confuse in una folla umile e festante, a coronamento della gloria della S. Vergine e del suo Divin Figlio. Forse proprio per questo fino ad oggi l’identità dei vari Santi è rimasta ai più celata lasciando, come è giusto, tutta l’attenzione alla Regina, Decoro del Carmelo.
di Michele Sgura    
ZOOM CON IL MOUSE SULL'IMMAGINE
1 – B.V. Maria del Carmelo con Bambino
2 – S. Eliseo, profeta
3 – S. Teresa di Gesù Bambino
4 – Beata Anna di San Bartolomeo con un’altra Santa carmelitana
5 – Beato Luigi Rabatà
6 – Beato Battista Spagnoli
7 – Santa Maria Maddalena dei Pazzi
8 – Beato Franco da Siena
9 –  Beato Dionigi della Natività
10 –  Beato Redento dalla Croce
11 –  Beato Bartolomeo Fanti
12 –  San Pier Tommaso vescovo
13 –  Beato Giovanni Soreth
14 – Sant’Alberto di Trapani
15 –  San Giovanni Battista
16 – Sant’Elia profeta
17 –  San Simone Stock
18 –  San Giovanni della Croce
19 –  Santa Teresa d’Avila
20 –  Santa Carmelitana non identificata
21 – Sant’Andrea Corsini
22 – Sant’Angelo di Sicilia
Codice Univoco: M5UXCR1
Torna ai contenuti